Basket School Martina: Al Ceglie il derby dei messapi

gif-sito

Azione offensiva Semeraro SchiavoneAlla fine vince il Ceglie per 63 a 58, ma tante buone indicazioni per il tecnico Giuseppe Semeraro in prospettiva. Partita avvincente da cui tutte e due le formazioni escono a testa alta per quanto fatto vedere sul parquet martinese

 

Un grandissimo pomeriggio di sport è stato vissuto dai tanti tifosi che hanno gremito gli spalti del “da Vinci” di Martina Franca, sabato 3 marzo, per la sfida tra i martinesi della Basket School e la capolista Ceglie. Una gara, valida per la giornata numero ventitré del campionato regionale di Serie D, che al di là del risultato finale ha saputo incontrare la soddisfazione di entrambe le tifoserie per i valori espressi in campo dalle formazioni scese sul parquet martinese. Il risultato con cui si è concluso il match ha sorriso al Ceglie, ma la capolista ha dovuto sudare le classiche sette camice per avere la meglio sugli amaranto. Alla Basket School non è riuscito lo “scherzetto” diretto a interrompere la strepitosa e quanto mai merita striscia positiva del Ceglie: venti successi consecutivi, sintomo di una squadra che disputa la Serie D, ma potrebbe benissimo giocare (con qualche piccolo accorgimento) anche una categoria superiore. Per le statistiche la gara è terminata sul 63 a 58 per i cegliesi. Ospiti desiderosi di mettere al sicuro il risultato sin da subito: guidati da Motta si aggiudicano il primo parziale 17-26. Ma i martinesi non hanno mai pensato di mollare la presa e si sono mossi per riprendere la squadra di Ceglie: con un grande cuore e spinti dall’orgoglio sono stati in grado di accorciare al massimo del distanze, conquistando gli ultimi due parziali, dimostrando grande grinta e determinazione. Purtroppo, però, alcune imprecisioni, nella fase finale del match, non hanno permesso ai ragazzi del presidente Donato Semeraro di ritornare al successo sul parquet amico. Onore ai vinti, ma anche tanta soddisfazione per il gruppo amaranto che si sta confermando in crescita, dimostrandosi capace di giocarsela alla pari contro la corazzata capofila del girone, per punti e per valore complessivo di roster

 

LA GARA La Basket School si presenta all’incontro orfana del proprio tecnico Giuseppe Semeraro e del (febbricitante) playmaker Mauro Fuocolare, ma recupera la guardia Delle Noci; si schiera in campo con il rientrante Marco Semeraro in fase d’impostazione, ad agire sulle corsie laterali Gianluca Convertini e Fabrizio Delle Noci, sotto canestro il tandem formato da capitan Maurizio Agrusta e dal pivot Luca Schiavone. La capolista Ceglie, invece, scende sul parquet martinese con l’uomo simbolo Paulo Motta, Santoro, Nannavecchia, Curri e la “molla” Kevin Lescot.

aperitivo-prima-dell'opera

Proprio il giovane Lescot sblocca il primo quarto e le ostilità con una schiacciata difficile vedere in queste categorie. Poi, è La formazione di casa con Delle Noci, Agrusta e Convertini a siglare i punti del momentaneo vantaggio martinese, prima che salisse in cattedra Motta capace di guidare al meglio i propri compagni (altro che Schettino) e mettere il risultato in favore degli ospiti. La partenza è molto buona per le due formazioni, ma saranno i cegliesi con una tripla di Parisi e ancora con Motta (100% dalla lunetta) a chiudere il parziale con un ottimo margine di vantaggio (+9)

L’inizio del secondo quarto è molto favorevole al Ceglie, con la formazione ospite capace di dettare tempi e ritmi di gioco, mantenendo netto il vantaggio sulla Basket School: distacco massimo raggiunto degli ospiti di +14. I padroni di casa, non mollano la presa e pongono le basi per la rimonta: il buon momento del Martina porta a una riduzione delle distanze con le segnature di Semeraro, Agrusta e Schiavone. Il Ceglie limita come può il ritorno degli amaranto: Curri dalla lunetta e Motta da tre fanno in modo di conservare un buon margine di distanza. Sarà comunque Fabrizio Delle Noci a mandare tutti negli spogliatoi, infilando il canestro per il -10 martinese, a un millesimo di secondo prima del suono della sirena.

Si ritorna dalla pausa lunga per il terzo periodo e il risultato viene sbloccato da due azioni di Delle Noci (quattro punti) e da Schiavone che riportano la formazione di casa col fiato sul collo del Ceglie, fissando la distanza sul -4. Questo margine verrà mantenuto per molti secondi: con la gara che si fa avvincente, con le due squadre che lottano punto a punto. I martinesi si aggiudicheranno il periodo 16 a 12, segno di come la formazione di casa abbia trovato le giuste contromisure in difesa e sia stata capace di concretizzare al meglio le azioni capitate.

Nell’ultimo quarto la musica non cambia, con un tira e molla continuo, con la Basket School che sfiora ripetutamente il pareggio, ma che (purtroppo) non riesce mai a conquistare.

Onore alle due squadre scese in campo, ma onore anche ai tanti tifosi giunti a Martina da Ceglie per seguire le sorti della propria squadra del cuore.

 

TABELLINI

BASKET SCHOOL MARTINA 58 – BASKET CEGLIE 63

(17-26, 31-41, 47-53, 58-63)

BASKET SCHOOL MARTINA: Semeraro 4, Convertini 13, Delle Noci 10, Agrusta 11, Schiavone 18; Di Bari 2, Calianno, Convertino, Demola, Barbera. All: Giuseppe Semeraro

BASKET CEGLIE: Motta 18, Lescot 8, Santoro 9, Nannavecchia 3, Curri 16; Parisi 7, Mario La Neve 2, Vito La Neve, Romanelli, Suma. All: Suma

 

1º Arbitro: Sottile Gianfranco di Massafra (TA)

2º Arbitro: Farina Vito Fabio di TARANTO

 

Donatello Cito

Ufficio stampa BASKET SCHOOL MARTINA

Foppapedretti
Se hai letto questo articolo e l'hai trovato di tuo gradimento, ci piacerebbe che tu lo condividessi sui social network. Se invece hai qualcosa da dire a proposito dell'argomento trattato ci piacerebbe che tu lasciassi un commento.

About the author  ⁄ Donatello Cito

Nessun Commento

Current day month ye@r *